.
Annunci online

  TeenSpleen gioie dolori sesso amore e surrogati di una giovane donna affetta da bovarismo
 
Diario
 


Sto leggendo : Mario Fortunato,
Amore, romanzi e altre scoperte 
Einaudi Tascabili, 1999.   

David Lodge, Scambi 
Bompiani Tascabili, 2001.  

Sto ascoltando : Niente di Che,
i dischi li ho lasciati a casa.
Ascolto spesso Strani Giorni (dello
Zio Franco Battiato) e I've seen it all
(Bjork).
Ma generalmente tutte le
porcherie pop (che adoro, in realtà)
che mette mia sorella.

Someone Said:
"Chi si loda s'imbroda".
                     (Anonimo.)


21 febbraio 2007

Come stai cara?

Sono parecchio triste.




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 21:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 novembre 2006

L'uomo Psicotico Convinto di Star Bene

Cosa dovevo aspettarmi, dopo una confessione di coinvolgimento, se non un celere e contorto allontanamento?
Dovevo aspettarmelo, è psicotico, e molto più di me che cazzo, che pure io non scherzo ma almeno riconosco i meccanismi.
Lui invece mi espone le sue psicosi (chiamandole attitudini) con un candore e una nonchalance fuori dal normale, che mi danno ai nervi.
Che mi hanno dato ai nervi.
Inoltre non posso muovermi di un millimetro che subito mi ritrovo un muro davanti, e devo trovare la pazienza di star ferma a guardare questo cavallo pazzo che si muove a L.
Ci sono giorni in cui questo gioco di strategia è pure interessante e mi serve da esercizio per avvicinarmi un po' alla psiche maschile senza voglia di uccidere il maschio, ma ci sono giorni, tipo ieri o tipo oggi, in cui NON C'HO VOGLIA.
Mi sento piena di lasciatemi stare, sono pure debilitata fisicamente, e se voglio il gelato me lo faccio portare da un'amica.
ECCHECCAZZO.
Voglio starmene un po' per i fatti miei e mi sono ripromessa di non cedere per nessun motivo.
Comincia la resistenza.




permalink | inviato da il 16/11/2006 alle 8:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


15 novembre 2006

Aggiornamenti

Lunedì mi sono laureata.
Dopo c'è stata una festa ed è stata parecchio divertente, a quanto pare (ho rivisto i filmati ed ero ridicolmente sbronza).
Lo stress maggiore è stato sopportare Mi Familia tutto il week end, ma tutto sommato ne è valsa la pensa e mi ha fatto piacere visto che m'hanno sommersa di regali.
La prima notte da dottore l'ho passata con J. a giocare a scacchi e fare l'amore invernale.
Inoltre egli ha confessato, il che mi rasserena ancor di più, visto che da adesso in poi si giocherà a carte scoperte.
Ieri sera come ogni martedì laboratorio di teatro, non mi sentivo già bene da prima, poi appena tornata di sera tardi col freddo (sempre perchè J. era a fare Peneficienza e non ad accompagnarmi a casa) mi sono scoppiate le tonsille e mi è venuta la febbre e il raffreddore e stanotte ho avuto dolori OVUNQUE.
Inoltre ho sognato greggi di pecore che venivano scaraventati interamente in un grande prato vicino a me (da chi? quale mano è in grado di lanciare greggi di pecore su un prato come se lanciasse riso su una coppia di sposini?). Io mi spaventavo e scappavo (ma và).




permalink | inviato da il 15/11/2006 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


12 novembre 2006

The day before the day

Non vedo l'ora che sia tutto finito e che io sia già dottoressa.
I miei mi stanno facendo impazzire.
Ieri vuoi o non vuoi mi sono presa del tempo e sono stata con J.
J che, mi ha regalato una scacchiera di legno.
Il regalo che sognavi.
Che ancora se ci penso mi vengono i brividi.
E abbiamo fatto la prima partita insieme. La prima partita della mia vita. M'ha distrutta in un'ora e un quarto. Però dice che mi sono difesa bene (!!!).
Dopo l'ho accompagnato alla street parade, in due sulla sua bici, lui guidava io rischiavo la vita seduta sul manubrio, incosciente ma divertente.
Non vedo l'ora che sia domani sera.
Argh!




permalink | inviato da il 12/11/2006 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 novembre 2006

Aggiornamenti Ormonali

Inoltre i miei ormoni sembra si siano calmati (vabbé, diciamo da Lunedì, sono solo 4 giorni però è già qualcosa).
Sarà anche questo merito del teatro?
Comunque meglio, così non sono dipendente da un corpo altrui, e questo è buono.
Forse finendo l'autunno finisce anche la mia primavera.
Boh!




permalink | inviato da il 9/11/2006 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


9 novembre 2006

Un pomeriggio con L'ex A.A.C.

Che poi non è vero che non accetto i punti di vista altrui, anzi.
Oggi pomeriggio è stato piacevole e parlare con lui mi ha dato lo spunto per riflettere su di me, e questo è buono (quindi alla fine risulto comunque egoista ed egocentrica, no? se quello che lui dice lo utilizzo per i miei fini, intendo).
Vabbè pazienza.
Però, ecco, in questi giorni mi sto godendo questo stato di riflessione serena e rallentata, di piacevolissima sonnolenza e rilassatezza, di non-fretta, quasi di ipo-sensibilità.
Forse sto ancora smaltendo la fattanza del teatro o forse mi sono sfogata abbastanza e adesso me la godo ma stanotte non dividerei il mio letto con nessuno per niente al mondo.
Adoro starmene accartocciata sotto le coperte, sola.
Non vedo l'ora che sia: 1- Domani per vedere mia sorella
2- Sabato per fare le prove
2- Lunedì per laurearmi e vedere tutti i miei amici
3- Martedì per andare di nuovo a teatro
4- Venerdì per suonare
5- Martedì successivo per andare a teatro a vedere Marcorè che fa Pennac con J. (che però è impreparato)
5- Mercoledì successivo per suonare nuovamente.
5- Sabato e Domenica sempre per suonare.

Insomma, in teoria si prospetta un periodo abbastanza positivo e intenso e non dovrei aver voglia di ammazzarmi e/o ammazzare il mio prossimo.
Però non si sa mai.




permalink | inviato da il 9/11/2006 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


7 novembre 2006

Mi scappa di....

Volere bene a J.
E' un enfant terrible. Se fossi un maschio vorrei essere come lui.
E il suo candore inoltre è spiazzante.
Riesce a dire e fare delle cose agghiaccianti ma sembra che trovi il modo giusto per non sembrare il Diavolo in persona.
E' un grande comunicatore, non c'è che dire.
Speriamo non diventi del tutto giovnalista.




permalink | inviato da il 7/11/2006 alle 16:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

Cogli l'Attimo

E insomma me ne stavo sugli scalini di Sala Borsa a riflettere.
Parto? Non parto? Dove me ne vado? Quando parto?
E arriva Brizzi con una bambina bionda con lo zaino della pimpa in braccio.
La bimba scende a terra e comincia a inseguire una farfalla.
E lui le corre dietro.

E io decido di partire lo stesso pomeriggio per l'amata Roma.
Va a finire che ci resto due giorni e che adesso vi scrivo da Catania.
Tornerò a Roma mercoledì mattina, e poi se ho voglia a Bologna lo stesso giorno.
Se invece ho ancora voglia di restare a Roma e stare bene mi sentirò libera di farlo.
Non sono mai stata così bene.




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 9:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006

Stasera

Sono uscita con Monica dopo mesi che non lo si faceva più.
In piazza c'erano i musicanti ed era tutto molto bello.
Poi a un certo punto le raccontavo di ieri sera e degli scacchi e di J. che mi piace quand'è D'Artagnan ed ecco che J. appare in bici con i suoi amici ma non era più D'Artagnan, bensì Giovnalista.
E voleva andare a casa eccheppalle però alla fine s'è deciso ed è stato con noi e s'è bevuto e s'è scherzato e a un certo punto m'è venuta una gran tristezza.
E mi ha prestato la bici e poi se l'è ripresa e poi ci siamo salutati se fosse cane bau se fosse gatto miao se fosse tardi ciao.
A me piace D'Artagnan, non Giovnalista.




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 0:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

Heute

Stanotte ho sognato un cucciolo di bassotto color nocciola. Sono sicura che fosse Goethe, il cane che desidero e che non ho. Me lo coccolavo tutto ed ero felice.
Inoltre.
Ieri sera ho passato una delle serate più divertenti degli ultimi tempi, con un uomo che è veramente intelligente e che sto cominciando a smettere di vedere come il mio nemico.
Stanotte sono stata fino alle 2 e mezza a letto con Marquez, ma infine ho vinto io sull'Amore ai tempi del Colera.
Ma poi non avevo sonno e ho sfogliato un bellissimo libro di ricette che ho comprato che si chiama "Alla tavola di Yasmina": sette storie e cinquanta ricette di Sicilia al profumo d'Arabia. 
E' uno dei libri più meravigliosi che io possegga.
E visto che l'uomo/non più nemico Domenica ha fatto il compleanno e non gli ho fatto nessun regalo credo che gli regalerò una cena con menù a scelta tra quelli di questo libro.
In realtà, visto che ieri sera si parlava di scacchi, ha buttato lì un : Perchè non mi regali la scacchiera per il mio compleanno?
Ora.
Io, spontanea come sono, gliela regalerei anche.
Ma se lo facessi vedrei quest'uomo, per quanto intelligente e tutto, cominciare a scappare come un coniglio.
Quindi, niente scacchiera.
Cena.
La scacchiera mi sa che me la compro io.




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 9:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006

Le mestruazioni

Io-  Sai, questo mese ho avuto le mestruazioni millanta volte. Sono nervosa, mi sento gonfia, ho la nausea e mi sento così infelice che vorrei ammazzarmi

Interlocutore uomo-so-tutto-io-  Sarai tesa per qualcosa... mi hai detto che ti laurei il prossimo mese!

Io-  Ehm, sì, ma in realtà è già tutto fatto, la tesi è stata consegnata e non devo nemmeno discuterla, devono fare solo la proclamazione che tra l'altro dura 3 secondi 3, quindi èil periodo più tranquillo della  mia vita. Quindi sono davvero incazzata, mi sento un mestruo vivente.

Interlocutore uomo-so-tutto-io-  Eh vabbè, lo vedi che non sei tranquilla? per forza il tuo ciclo mestruale ne subisce le conseguenze!

Io-  Senti, sono incazzata perchè sanguino da 10 giorni, non sanguino da 10 giorni perchè sono incazzata. Mica noi femmine sanguiniamo ogni volta che siamo leggermente turbate! E poi basta con queste cazzate psicosomatiche.

Interlocutore uomo-so-tutto-io- Cara, ma non sei tu ad essere psicosomatica, è il ciclo mestruale che lo è.

Io-  ....


Maledetto idiota ti auguro di sanguinare e NON MORIRE per il resto della tua vita.




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006

L'ha già fatto la Fallaci, ma non importa.

Ho provato a immaginarti.
Sì, stamani, mentre stavo quasi per vomitare al Nokia Point. Con quel tizio davanti con un occhio più aperto dell'altro che si voltava continuamente a guardarti.
Sotto il poncho di lana nero, sotto la maglia marrone, sotto la canottiera nera. Sotto la mia mano che accarezzava il poncho di lana nero.
Per un istante ho provato la magra consolazione di non essere sola a sopportare quel limbo quotidiano fatto di attese, nevrosi, attese nevrotiche.
E questa nausea che non molla, che mi tiene ben salda.
E io che cerco di combatterla fumando, leggendo, bevendo acqua leggermente frizzante.
Mi sono sentita sola, in preda a questo malessere fisico.
Poi, un attimo dopo, un po' meno sola: ho pensato che magari potevi esserci tu a condividerlo con me.
In fondo saresti stato un'ottima ragione per sopportare tutto con un sorriso. Ma, appena raggiunta la consapevolezza che sicuramente tu non c'eri ancora ad abitare il mio ventre, mi sono sentita molto più sola di prima, e abbastanza patetica, confesso.
Molto probabilmente è meglio così. E' meglio che tu non ci sia.
Non sono pronta ad accoglierti come dovrei. Ti userei soltanto per sentirmi meno vuota, per vincere finalmente la solitudine, per dare tutto quello che ho sempre desiderato dare a qualcuno.
Non ho mai incontrato qualcuno che volesse prendere, e nemmeno qualcuno a cui in fondo avrei voluto dare.
Tu invece saresti puro, incontaminato, e mi ameresti incodizionatamente, anche per tutta la vita; dipenderebbe solo dalla mio impegno, dalla mia astuzia, dalla mia abilità.
E non saresti figlio dell'amore, ma del mio egoismo.
Insomma, saresti più o meno come tutti. E forse sarebbe meglio per te, ma forse no.
In fondo dovrei lasciarti la possibilità di scegliere la persona che vuoi essere.
Però è stato bello immaginarti dentro di me.
Stasera ce ne saremmo stati tranquilli io e te, nel mio pigiama, a cercare di terminare l'opera omnia di Marquez.
Io, tu e Marquez.
Chissà perchè nelle mie fantasie manca sempre un uomo che ti faccia da padre.
Che poi, diciamoci la verità, se fossi convinta che la genetica conti qualcosa potrei anche essere abbastanza soddisfatta del tuo eventuale padre.
Sarebbe un uomo sicuramente intelligente, e di bell'aspetto.
Ma non riesco a immaginarlo con me e con te.
Sarebbe un uomo che probabilmente avrebbe una crisi di panico solo a sapere che tu esisti, un uomo al quale non chiederei assolutamente niente (e che probabilmente non desidererebbe darci assolutamente niente) ma che poi alla fine si farebbe convincere (dalla sua famiglia? dal suo senso-del-dovere?) a prendersi le sue "responsabilità" e finirebbe con l'odiare me e con il prendere te come un peso.
Per questo non gli chiederei niente.
E anche perchè, se anche quest'uomo, spinto da chissà quale forza oscura, decidesse di starci accanto, ci lascerebbe dopo poco tempo per una con le mèches.
Sì, perchè io credo che lui sia il tipo da scappare con una con le mèches. Probabilmente non lo conosco abbastanza per dirlo, ma questo è quello che ho percepito. Forse perchè è così che lui vuole essere percepito.
Io non sono una con le mèches. La mia chioma è nera e indiavolata e il mio sedere è bello tondo.
E comunque, io, è te che voglio, non lui.
La nausea scompare gradualmente.






permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 0:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


21 ottobre 2006

Buoni Propositi

Forse
Forse
dovrei
mostrarmi di meno
agli occhi cuciti
che hai

Forse
Forse
non vuoi
provare ad andare oltre
a vedere che c'è sotto la mia pelle
nuda

potresti scoprire
che senti un languore e che è meglio tacerlo questo dolore
potresti apprezzare che io questa notte non voglia dormire
ed io dal mio canto potrei distaccarmi dalle mie nevrosi e provare a pensare
di meno e capire che in fondo non è così male (nemmeno)dormire!

Dimmi
quello
che vuoi
entrambi riusciamo a prendermi in giro
lo sai




permalink | inviato da il 21/10/2006 alle 23:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 ottobre 2006

If you (don't) go away

Se non te ne vai ti butto fuori io, a calci.
Eccheccazzo!
Adesso scendo all'edicola, compro i giornali, mi faccio 3 caffettiere, mi metto gli occhiali e passo tutta la mattina a leggere.
C'è un tempo che dire di merda non è abbastanza.
Nemmeno a Londra ho visto tutta questa nebbia.
La mattina non entra luce nella stanza e ti viene voglia di suicidarti, anche se passi un periodo abbastanza sereno come il mio.
E' arrivato l'autunno.
E la mia primavera è proprio l'autunno.
Si risvegliano i sensi.




permalink | inviato da il 21/10/2006 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 ottobre 2006

Decisamente

Meccanismo P.

VAI VIA DALLA MIA MENTE




permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 20:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 ottobre 2006

Ah!

E adesso vediamo chi cederà per primo! So farla pure io la dura, che credi.




permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 11:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 ottobre 2006

Rhodesia (Mini-Live) @ Margot

Vabbè io lo dico, non si sa mai.
Domenica sera verso le 22 e 30 ci sarà un mini-live piuttosto informale in un minuscolo ma super accogliente locale di via del Pratello a Bologna, cche si chiama Margot.
E' uno di quei posticini deliziosi tutti in legno dove si beve vino e si può ancora fumare.
Sarà un'esibizione intimissima  ed estremamente informale, rigorosamente unplugged, addirittura senza amplificazioni varie.
Chi di voi si dovesse trovare in quel di Bologna senza nulla da fare e con la strana voglia di andare a sentire una cantautrice sarà il benvenuto.
Buonanotte.





permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 0:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006

Just After the Show

Bene, bene!
Direi che è andata proprio bene.
La voce c'era, aiutata da un bel po' di Jack Daniels, ma c'era.
Gli amici pure, i non amici tambien.
Mi sono divertita molto, e credo che si siano divertiti in molti.
C'è il caso che  Giovnalista che mi abbia spogliata con gli occhi per un po'. O almeno così si mormora.
Quelli del locale ci hanno chiesto di ri-suonare a Novembre, un'altra persona mi ha chiesto per un'altra data a fine mese, e quello del locale accanto mi vuole pure lui e mi ha detto di passarci oggi.
Bene, bene.
L'atmosfera era proprio carina... abbiamo disposto tutte le candeline intorno al palco, io ho attaccato un paio di manette col pelo rosso sadomaso all'asta del microfono (eh eh) e ci siamo proprio scialati.




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006

Just Before the Show

Fra un'ora e mezza dovrò esibirmi.
Come al solito sono abbastanza serena a parte l'unica onnipresente paranoia sulla mia voce.
Spero che non se ne vada proprio mentre canto, magari appena dopo che ho finito.
Comunque sarò già troppo piena di whisky in corpo per capire come sarà andata la performance.
Intanto mi sono restaurata per benino così se non altro la gente non si accorge delle eventuali stecche e si concentra sul resto.
Vabbè, adesso sistemo le ultime cose e scappo al locale.
Vi faccio sapere.
Vi farò sapere.

Le faremo sapere.


p.s. spero inoltre che , per la prima volta, non mi si rompa una corda della chitarra. non è mai successo ma stasera si farà anche del rock and roll. Oh my God.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006

Candide

Ovvero.
Smetti di porgere l'altra guancia.
Non vedi che continuano a prenderti a schiaffi?




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario
Amore
Sesso
amicizia
le mie storie

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

nerokiaro
billo
mio nipote
jeff
Amante Cinefilo Moralista
greta
wondercozza

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom